Project Description

Avin e Vezzolino

Sembra un film horror, ma non lo è. La notte di Halloween viene trovata una macchina. Ferma sul ciglio di una strada di campagna. La macchina è rubata. Arrivano i carabinieri. E nel portabagagli trovano due piccoli bambini. Sono neri, con piccole corna e occhi colore della notte. Sono due capretti, chiusi lì dentro da chissà chi e da chissà quanto e chissà a cosa destinati.

Della vicenda subito si interessa un amico di Vitadacani. Riesce a far sequestrare gli animali e a dirottarli da noi, a Porcikomodi.

Così i due bambini, invece di essere portati al primo allevatore, come troppo spesso accade, e condannati così a morte, sono salvi.

Ormai il tempo è passato. I due bambini stanno crescendo.
Li puoi notare facilmente, tra le bianche pecore e le capre che pascolano beate nel grande prato di Magnago.
Sono sempre insieme. Neri come la notte. Piccoli bambini scampati a chissà quale destino. Ed ora liberi per sempre.