Project Description

Frodo, ancor più di tutti gli altri, è un ambasciatore della sua specie.
La sua, una storia incredibile da raccontare su come certi incontri possano cambiare, in un attimo, tutto un destino.
Un’esistenza.

Anzichè lasciato morire ai margini di una provinciale, seminato dal gregge, venne raccolto e portato in santuario Porcikomodi.
Non sapevamo avesse il tetano, allora non si vedeva ma, la tossina, lavorava, nascosta, in profondità.
Il destino, di nuovo, sembrava accanirsi contro di lui: malato, disorientato, paralizzato eppure di nuovo in quel momento, quando tutto sembrava perduto, la vita ha deciso prepotente di irrompere in quel mucchietto di ossa e nervi rigidi, ormai in decubito laterale e l’ha salvato. Per la seconda volta.

Oggi, la magia di Frodo continua, giorno dopo giorno.
Ci piace raccontarvelo, meravigliarci insieme per ogni suo passo … che sia tremolante o fermo.

Seguilo in questa avventura, diventa amico di Frodo, potrai accompagnarlo alle sedute di agopuntura o elettrostimolazione, tenergli la testa durante un massaggio o dargli il biberon e, in tutto questo, sperimentare nel bagliore dei suoi occhi, quanta dignità possa celarsi in una creatura così piccola e fragile.

La disabilità purtroppo esiste e fa parte della vita, raramente la sperimentiamo negli animali considerati da reddito.
Essi, se disabili, vengono eliminati. A dispetto di ciò, Frodo ci insegna come possa essere ricca la vita anche in quella che può apparire, ad un certo punto, la più disperata delle condizioni.
Quanta gioia si possa nascondere in un singolo passo, quanto profumi l’erba, sia soffice il fieno e sopra di noi, sublime il sole dorato.

Una storia di Natale