Project Description

Mario

Mario ha setole grigie argento.
Di notte, nella chiara luce lunare il suo manto brilla scintillante.
L’oscurità, quieta, risplende.
Viveva in una casa Mario, ma poi è cresciuto troppo tradendo la promessa che i vietnamiti mai dovrebbero fare.

Li chiamano minipig, ma da adulti possono raggiungere e superare i cento kg e non muoversi più agilmente su lucidi pavimenti lisci di appartamenti alla moda.
Così Mario è arrivato qui circa 10 anni fa.
Prima curioso e intraprendente, ha presto perso interesse un tempo spiccato per gli imprevisti e le novità, adagiandosi al tranquillo rassicurante tran tran quotidiano.

Primo marito di Rose, è poi volato a successive nozze con Petuniapig, la formosa e procace ballerina di flamenco che gli ha rubato il cuore.
Sonnecchia Mario, tutto il giorno.
Si riposa e sogna, svegliandosi di tanto in tanto, per le scaramucce rumorose di Petunia, Mirto e Simbad o perché la capra Ortensia, cieca, gli si adagia sopra a dormire sogni belli.
Mario vive a Magnago, insieme a una grande famiglia di 150 animali salvati dal macello.
Sarebbe diventato cibo, affettato in un piatto, sulla tavola di qualcuno.
Invece è tranquillo e spensierato, con il suo naso grigio a cuore all’in giù, serafico, il suo codino arricciato a cavatappi.

Aiutaci a fare la differenza.
Gli animali non sono cibo.
Vivi veg.