Project Description

Naso

Naso si chiama così perché il naso era la prima cosa che vedevi quand’era piccolo.
Un naso splendente a forma di cuore, un po’ arricciato a punto interrogativo e di colore rosa, ma del rosa più rosa che solo i maiali conoscono e portano sfrontatamente addosso con siffatta naturalezza.
Naso, come Orchidea, viene dal Trentino.
È cresciuto libero in un rifugio in mezzo ai monti e il cielo blu.
Era felice lassù, sotto un manto di stelle.
Fino al giorno in cui sarebbe stato macellato proprio lì.
Senza ritegno o remore.
Direttamente su quella molle erba profumata che tanto amava.
Invece ha viaggiato su un camion insieme ad Orchidea fino a qui.
Gli animali hanno vinto quel giorno.
Qualche volta succede.
Quando è arrivato, il suo naso odoroso si è messo all’opera, scavando e annusando mille colori, profumi, tesori sotto la pozza di fango.
Arricciandosi ogni giorno di più alla scoperta del mondo.
Ama Orchidea naso, ma la divide senza gelosie, con Gustavo e Cecio.
Tutti la corteggiano, l’accompagnano, la seguono con un perfetto harem alla rovescia.

Naso vive a Magnago, insieme a una grande famiglia di 150 animali salvati dal macello.
Sarebbe diventato cibo, affettato in un piatto, sulla tavola di qualcuno.
Invece è libero e spensierato, con il suo naso a cuore curioso, la sua coda sfrontata e il passo ondeggiante.

Aiutaci a fare la differenza.
Gli animali non sono cibo.
Vivi veg.