Salvia 2016-11-20T00:46:11+00:00

Project Description

Salvia

Salvia proviene dal sequestro di una cascina degli orrori.
Uno di quei posti in cui animali sono tenuti schiavi e prigionieri in condizioni inaccettabili fino a che qualcuno decide di non girarsi più dall’altra parte, pensando che sono solo animali.

Così è accaduto a lei e a tutti gli altri compagni di sventura, sono stati salvati.
Quel giorno è iniziata per loro una nuova vita.
Così è arrivata da noi.

Era tanto timida e riservata.
Ci ha messo un po’ ad abituarsi ed inserirsi nel branco.
Ora è una perfetta padrona di casa.
Sempre timida, ma curiosa.
Indaffarata a chiacchierare con le altre comari del santuario, intenta a commentare ogni nuovo arrivo, un frutto goloso, un ciuffo di erba verde, che, coraggioso, spunta nel campo dopo un inverno piovoso, nonostante tutto, a dispetto della furia devastatrice del branco rosa di maiali, come una sparuta ginestra alle pendici del vulcano.

I suoi occhi pieni di malinconia raccontano storie lontane, piene di orizzonti, aurore scintillanti e rosa tramonti, lungo il profilo delle colline del Chianti, argentate di ulivi.

Salvia è adottata a distanza da LAV Onlus.

Project Details

Questo sito utilizza cookie per darti servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando qualunque elemento in pagina, acconsenti all\'uso dei cookie. per maggiori info | ACCETTO