Project Description

Mirto

Mirto ha setole nere e rosa, una pancia tonda a botte che posa ricurva, in mezzo ai piedi, a terra, mollemente tesa ad otre.
Ha il naso straordinariamente arricciato all’insù, come ad inseguire una scia odorosa, una mosca, una farfalla, in un’espressione assorta, intenta, concentrata, a tentar di raggiungere in volata un pensiero fugace.
Mirto arriva dalla provincia e cintura di Milano, fu lasciato nei pressi di una frequentata fermata della metropolitana, quand’era un cucciolo tenero e inesperto del mondo. Veniva utilizzato, come la sua sorellastra, Petuniapig, per accattonaggio ma ad un certo punto però furono abbandonati lì. Prima lei, un poco più grande e in seguito lui, nato dalla stessa madre ma ad un parto successivo.
Arrivarono uno dopo l’altro e si ritrovarono qui, a riunire quel che restava dell’antica famiglia.
In un certo senso Mario, il maiale più saggio e anziano, li adottò entrambi.
Curioso ma estremamente schivo Mirto ama dormire all’ombra di una tettoia, fare il bagno nella pozza di fango e fare mucchietto di maiali, adagiandosi a grappolo gli uni sugli altri con Mario, Petunia, fino al punto in cui delle loro individualità resta un magma indistinto in cui musi, cuori, pance, zampe e manti si confondono e perdono nel tutto.

Mirto vive a Magnago, insieme a una grande famiglia di 150 animali salvati dal macello, sarebbe diventato cibo, affettato in un piatto, sulla tavola di qualcuno.
Invece è tranquillo e pensoso, con il suo naso rosa all’insù, a grufolare ai margini della pozza, tra i piedi delle asine, Rosalia, Giulietta e Ciuffobianco, che masticano fieno, beate, imperturbabili, indisturbate dalle vicende di Mirto e di quanto, laggiù, ai piani bassi dei maiali, accade e scorre inesorabile, fino a finire nel tutto di un tramonto.
Aiutaci a fare la differenza. Gli animali non sono cibo. Vivi veg.

Rifugio di Magnago in via Ungaretti 34 Magnago (MI)
Aperto tutti la domenica su prenotazione a porcikomodi@vitadacani.org
per INFO o APPUNTAMENTI
cell 349 0581076 | email  | Facebook