L’obiettivo del progetto Cerbero è di gestire, riabilitare e riallocare, se è il caso, i cani potenzialmente pericolosi. L’Associazione ospita e mantiene attualmente una trentina di cani “pericolosi” con gravi problemi comportamentali e di aggressività, affidati dalla magistratura all’Associazione o salvati dall’eutanasia.
La sezione “Cerbero”, data la continua richiesta e la mancanza sul territorio di strutture adeguate al recupero e riabilitazione di cani aggressivi, è in crescita continua e costa un notevole sforzo, sia a livello economico che di risorse umane.

CROWDFUNDING PROGETTO CERBERO

Dopo più di 10 anni dall’inizio del progetto, ci vuole un cambiamento e con voi lo possiamo fare, chiediamo il vostro aiuto per sviluppare l’intero progetto in 3 ambiti.

STAGE PROGETTO CERBERO

Incontri di formazione teorico pratica per la realizzazione e la gestione di rifugi che possano ospitare cani morsicatori.

Centro di riabilitazione cerbero

Nella splendida cornice del parcocanile di Magnago si apre il centro di riabilitazione Cerbero.
Qui arrivano i cani considerati, altrove, senza speranza.
Morsicatori, mordaci, aggressivi, ingestibili, inadottabili.
Operatori qualificati nella gestione di cani impegnativi ed esperti in tecniche riabilitative mettono in pratica ogni giorno le indicazioni dell’etologa che coordina il progetto riabilitativo. Gli step vengono monitorati costantemente, gli obiettivi riverificati e riaggiustati con regolarità.
Riunioni di equipe monitorano, in corso d’opera, l’andamento dei singoli progetti riabilitativi, ogni soggetto viene gestito nel modo che meglio si adatta alle sue caratteristiche.
Lavoriamo con pazienza sulla relazione, la fiducia Senza l’aiuto del rinforzo positivo e dei premi in cibo, senza psicofarmaci.
Seguendo un protocollo dall’ingresso del cane, alla sua gestione nel centro, all’adozione che è rodato e costruito su di noi. Frutto di anni di esperienza.
Gli ampi spazi qui consentono la migliore riabilitazione possibile, per noi nessun cane è perduto, nessuno da eutanasia, nessuno inadottabile.
Semmai ognuno necessita di più tempo rispetto ad un altro e noi abbiamo imparato a darglielo.
Il centro è chiuso al pubblico data la delicatezza dell’attività e per non arrecare disturbo alla quiete perfetta indispensabile per il lavoro impegnativo e coraggioso dei nostri ospiti.

Un Progetto impegnativo e coraggioso che ti chiediamo di sostenere affinché ogni cerbero smetta di essere guardiano dell’inferno e diventi finalmente semplicemente un cane!