FIGHT(ers) X DOGS

40.000 uccisi ogni anno nelle perreras, solo in Spagna.

40.000 avvelenati ogni anno, solo in Italia.

40.000 abbandonati ogni estate, solo in Francia.

40.000 costretti a combattere, solo negli Stati Uniti.

Cani.

Come quelli del progetto Cerbero, del parcocanile di Magnago.

Cani morsicatori, considerati senza speranza.

Per VitadaCani nessun cane è perduto, nessuno da eutanasia, nessuno inadottabile.  Per sostenere questo progetto impegnativo e coraggioso, chiediamo aiuto a chi di coraggio ne ha da vendere,

“affinché ogni cerbero smetta di essere guardiano dell’inferno e diventi finalmente semplicemente un cane!” – VitadaCani

Testimonials e protagoniste/i  che racconteranno questa storia, anche attraverso un piccolo cortometraggio d’autore, e diffonderanno la campagna di raccolta fondi per il progetto Cerbero:

Alfredo Meschi
Alfredo Meschi
Alfredo Meschi, artivista vegan, diventato vegano dopo aver adottato la sua compagna canina Trudy. Le quarantamila X tatuate sulla sua pelle, per questo progetto migreranno durante una performance su dei guantoni da combattimento realizzati con “pelle” vegan e sui corpi delle altre persone, fighters e non, che vorranno mettere la loro pelle e la loro faccia per sostenere il nostro lavoro.
Massimo Giovannini
Massimo Giovannini
Massimo Giovannini, fotografo di fama internazionale che ritrarrà le persone partecipanti con i consueti dittici in bianco e nero di IN THE BLINK OF AN EYE.
Luis Murrighile
Luis Murrighile
Luis Murrighile, regista e produttore di documentari, fondatore di Silence Magazine, sarà dietro alle telecamera durante tutto il progetto.
Gabriele Lemmi
Gabriele Lemmi
Gabriele Lemmi, a quarant’anni passati decide di affrontare il suo primo incontro da pugile professionista, compiendo un viaggio oltre frontiera per poter combattere. Gabriele che condivide la propria vita con Aldo, un gigantesco American Bulldog dal cuore tenerissimo, sarà il nostro “eroe per un giorno”. Un simbolo per tutta la community dei fighters, famosi e non, che vorranno mettere la propria passione ed il proprio coraggio, a servizio dei nostri “cerberi”.

VUOI SOSTENERE IL PROGETTO?

Puoi donare con BONIFICO

BANCO POSTA
Iban IT70I0760101600000013545264
codice swift BPPIITRRXXX
Intestato a Vita da Cani

UNICREDIT
Iban IT40R0200832440000103995088 –
Intestato a Vita da Cani

oppure con Paypal o Carta di credito

Il progetto Cerbero nasce nel 2006 con l’obiettivo di gestire, riabilitare e riallocare, se è il caso, i cani potenzialmente pericolosi. L’Associazione Vitadacani ospita e mantiene attualmente 50 cani “pericolosi” con gravi problemi comportamentali e di aggressività, affidati dalla magistratura all’Associazione o salvati dall’eutanasia.
La sezione “Cerbero”, data la continua richiesta e la mancanza sul territorio di strutture adeguate al recupero e riabilitazione di cani aggressivi, è in crescita continua e costa un notevole sforzo, sia a livello economico che di risorse umane.

SCOPRI DI PIU’

progetto cerbero