Una porta si chiude e se ne apre un’altra

Come ogni anno è momento di bilanci, rimpianti, propositi e proponimenti.
Sulle spalle stanchezza, soddisfazione, fallimenti, successi, amarezza, gioia, fiducia e speranza.
Tanta speranza.

Perché per atteggiamento e cultura noi qui tendiamo a lavorare sulle opportunità.
Cerchiamo di vederle sempre, anche sepolte sotto un mare di fango.
Ci ha ben insegnato la ranina sorda di un’antica leggenda buddista.

Era caduta in un pozzo e non riusciva a saltarne fuori.
Tutte le compagne, di fronte ai suoi disperati tentativi, la invitarono ad arrendersi.
Tanto non ce la poteva fare.
Ogni suo sforzo era vano e inutile.
Fu allora che la piccola rana riuscì a spiccare un salto enorme che la portò in salvo.
Alle compagne raccontò di avercela fatta grazie al sostegno di tutte loro.
Mentre le suggerivano di abbandonare lei credeva la stessero incitando, era sorda.
Ciò fu la sua salvezza. 

Così, noi preferiamo pensare a quel che possiamo fare, creare, costruire, realizzare e quando non si può proprio fare nulla, immaginiamo e sogniamo cosa faremo domani o un passo più in là. Anche se siamo in trincea ogni giorno., questa è la verità.

La condizione degli altri animali nella nostra società è terrificante.
La vita, se nasci dalla parte sbagliata del mondo o nei panni dell’individuo sbagliato, ti toglie tutto.
E’ mostruosa e spietata eppure, pure all’inferno, al riparo dall’orrore, possiamo ricostruire un piccolo atomo di gentilezza, un angolo di pace e bellezza.
Dove molti non vedono nulla, possiamo scorgere un piccolo universo, scopriamo perle e acqua in un mare di deserto.
Non manchiamo di senso di realtà, semplicemente non ci soffermiamo troppo su ciò che non abbiamo.
Non ha molta utilità.
I limiti esistono.
Cerchiamo di non vederli come muri invalicabili, ma come pareti permeabili.
Che, in un modo o nell’altro, giorno dopo giorno, possono farci passare, se ci stringiamo stretti stretti o diventiamo infinitamente piccoli.
Restate con noi anche quest’anno, ognuno di voi è prezioso.
Senza, il piccolo mondo lucente non può esistere.
E resistere.
Ancora e ancora.

Con questa premessa, diamo il benvenuto anche noi al 2019!

Partiamo anche quest’anno con più di 500 animali appartenenti a oltre 15 specie e
a ognuno di loro abbiamo fatto una promessa che, anche grazie al tuo aiuto, intendiamo rispettare fino in fondo, anno dopo anno.

Cosa abbiamo fatto nel 2018?

2019-01-14T21:52:34+00:0011 Gennaio 2019|News|